Pandoro tradizionale

Dolce delicato e soffice, di un ricco colore giallo, quasi a ricordare quello dell’oro donatogli dal burro che entra a comporre l’impasto insieme alla farina, zucchero e uova. Il dolce è infine spolverato con tanto zucchero a velo a ricordare la soffice neve.

15,00

Descrizione

Ingredienti Pandoro tradizionale:

LIEVITO MADRE 36.36%
BURRO 20.2%
FARINA DI FRUMENTO, TIPO 00 16.16%
ZUCCHERO (Saccarosio) 14.95%
UOVO DI GALLINA, TUORLO 12.12%
SALE da cucina 0.2%
VANILLINA 0%
Allergeni : GLUTINE – DERIVATI UOVA – DERIVATI LATTE .
SPOLVERATO CON ZUCCHERO A VELO

Valori medi per 100gr. di prodotto
EnergiaKcal 1297.7 Kcal.
EnergiaKJ 415.29 KJ
Grassi 20.89 gr.
GrassiSat 10.79 gr.
Carboidrati 48.72 gr.
Zuccheri 16.64 gr.
Fibre 1.05 gr.
Proteine 8.08 gr.
Sale 2.19 gr

Tratto da Wikipedia:

Le origini della ricetta sono da ricercare ai tempi dell’antica Roma, e se ne fa menzione in uno scritto minore che risale al primo secolo d.C., ai tempi di Plinio il Vecchio, che cita un cuoco di nome Vergilius Stefanus Senex che preparò un “panis” con fiori di farina, burro e olio.

La ricetta pare derivi anche dal “pane de oro” che veniva servito intorno al XIII secolo sulle tavole dei nobili veneziani. La nascita della ricetta moderna, almeno come la intendiamo oggi, risale all’Ottocento, come evoluzione del nadalin, dolce veronese che ha ottenuto il riconoscimento della De.Co solamente nel 2012. Il 14 ottobre 1894 Domenico Melegatti, fondatore dell’omonima industria dolciaria veronese, depositò all’ufficio brevetti un dolce morbido e dal caratteristico corpo a forma di stella a otto punte, opera dell’artista Angelo Dall’Oca Bianca, pittore impressionista.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.750 kg

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Pandoro tradizionale”